Sicurezza e Giustizia

Alberto Claudio LONGO

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

alberto_longoIl dott. Alberto Claudio Longo è Responsabile della Security e dei Rapporti con l’Autorità Giudiziaria in PosteMobile S.p.A.

Laureato in Scienze dell’informazione presso l’università degli studi di Bari nel 1988.

In PosteMobile sin dal lancio avvenuto nel 2007 – nell’attuale ruolo di responsabile Security – ha contribuito alla definizione e gestione delle problematiche di sicurezza logica, fisica, governance, ICT Security, rapporti verso l’Autorità Giudiziaria curando in particolare tutti gli aspetti di sicurezza dei servizi innovativi che l’azienda ha lanciato sul mercato.

 

 

Esperienze professionali precedenti:

  • nel 1988, dopo un periodo di docenza presso l’università di Bari facoltà di Ingegneria, lavora in ambito ICT alla startup della Metapuntum Agrobios (centro di ricerca in Biotecnologie);
  • nel 1990 è in IBM Italia, per seguire in ambito ICT il trasferimento di progetti di telecomunicazioni dai laboratori internazionali in USA al nascente laboratorio di sviluppo SW in italia;
  • nel 1991 presso il Ministero della Sanità, lavora in ambito ICT nel Servizio Centrale di Programmazione Sanitaria;
  • nel 1993, opera presso il centro elaborazione dati della Direzione Generale degli Affari Generali e del Personale del Ministero dell’Interno;
  • nel 1999 si occupa della rete RUPA e della costituzione dell’elenco nazionale delle Cerification Authorities presso il Centro Tecnico AIPA;
  • nel 2000 , presso E&Y, è impegnato in vari ambiti security sul mercato delle telecomunicazioni, finance e grande distribuzione;
  • nel 2001 in Cap Gemini Ernst &Young si occupa di security principalmente sul mercato delle telecomunicazioni;
  • nel 2002 – presso The Technology Partners – si occupa di security per clienti di industry finance, telecomunicazioni, logistics, Energy;
  • nel 2006 lavora per HP Italia in ambito security governance e ICT Security, occupandosi di clienti del mondo finance e telecomunicazioni

 


Articoli di PosteMobile

INTERNET OF EVERYTHING LA NUOVA FRONTIERA DELLA SICUREZZA
di Nicola Sotira (N. IV_MMXVI)
Negli anni il nostro modo di connettersi alla rete Internet è cambiato drasticamente, siamo passati dai computer desktop a delle varietà di dispositivi mobili, laptop, smartphone e tablet. Realtà aumentata, smart watch sono solo l’inizio di una serie di tecnologie in ambito IoE che cambieranno radicalmente il nostro modo di consumare e condividere le informazioni. In questo contesto la sicurezza ricopre un aspetto fondamentale ed occorre sensibilizzare le aziende allo sviluppo di prodotti che implementino una sicurezza ragionevole.
ALLE ORIGINI DELLA CRITTOGRAFIA MODERNA: LEON BATTISTA ALBERTI E IL SUO “DE CIFRIS”
di Antonio Pizzi (N. III_MMXVI)
Leon Battista Alberti (Genova 1404 – Roma 1472) esercitò il proprio genio e rigore scientifico in più campi dello scibile umano. Con Eugenio IV e Niccolò V fu prelato e uomo di Curia Romana. Negli anni tra il 1466 e il 1467 si dedicò alla redazione del trattato “De Componendis Cyfris”, una breve riflessione circa le modalità attraverso le quali rendere segreta e sicura la corrispondenza degli uomini di Stato.
PREVENZIONE E SICUREZZA DOPO IL JOBS ACT (II PARTE)
di Francesco Tavone (N. II_MMXVI)
Nel corso del 2015 il Governo italiano è intervenuto con quattro decreti attuativi che danno corpo al complesso delle norme in materia di jobs act, realizzando un’ampia riforma del diritto e delle politiche del lavoro. In questa sede si pone l’attenzione verso taluni profili tecnico normativi delineati dalla riforma, che incidono ed innovano il formale dettato normativo sul quale si fondava il pregresso sistema di bilanciamento degli interessi, tra controlli datoriali e diritto alla dignità, libertà e protezione dei dati personali. Nel precedente numero: 1. Premessa, 2. I controlli datoriali e le novità del jobs act. In questo numero: 3. Controlli preventivi e controlli difensivi, 4. Strumenti di prevenzione e controllo e loro installazione, 5. Conclusioni.
PREVENZIONE E SICUREZZA DOPO IL JOBS ACT (I PARTE)
di Francesco Tavone (N. I_MMXVI)
Nel corso del 2015 il Governo italiano è intervenuto con quattro decreti attuativi che danno corpo al complesso delle norme in materia di jobs act, realizzando un’ampia riforma del diritto e delle politiche del lavoro. In questa sede si pone l’attenzione verso taluni profili tecnico normativi delineati dalla riforma, che incidono ed innovano il formale dettato normativo sul quale si fondava il pregresso sistema di bilanciamento degli interessi, tra controlli datoriali e diritto alla dignità, libertà e protezione dei dati personali. In questo numero: 1. Premessa, 2. I controlli datoriali e le novità del jobs act. Nel prossimo numero: 3. Controlli preventivi e controlli difensivi, 4. Strumenti di prevenzione e controllo e loro installazione, 5. Conclusioni.