Sicurezza e Giustizia

Antonio DE NISI

Il Generale di Brigata Antonio De Nisi è nato a San Donà di Piave (VE) il 1 maggio 1962 e coniugato con due figli.

E’ laureato in Giurisprudenza, in Scienze Politiche, in Scienze della Sicurezza Economica e Finanziaria ed in Scienze Internazionali e Diplomatiche.

Ha conseguito il Master Universitario di II° livello in Diritto Tributario d’Impresa presso l’Università “Luigi Bocconi” di Milano.

E’ titolato “Scuola di Polizia Tributaria”.

La sua preparazione professionale è stata inoltre mirata alla “Legge 241/90 sul procedimento Amministrativo”, al “Diritto di accesso ai documenti amministrativi”, ai “Metodi per la risoluzione dei problemi e l’assunzione delle decisioni (decision making)” nonché alle “Tecniche dei controlli di gestione” e di “Record manager delle aree organizzative dei flussi documentali”.

Ha svolto incarichi di insegnamento in materie giuridiche e professionali sia presso istituti universitari (“Istituzioni di Diritto Amministrativo e di Scienze dell’Amministrazione presso l’Università di Napoli Federico II”, “Diritto Tributario” presso l’Università di Cassino e “Diritto penale” presso l’Università della Calabria) che di alta formazione della Guardia di Finanza, quali l’Accademia e la Scuola di Polizia Tributaria, tra gli altri, anche in seno al Corso Superiore di Polizia Tributaria.

E’ stato nominato componente del Consiglio Direttivo del Centro di Ricerca “Link Exellence” della Link Campus University.

 

Nell’anno 1982 è risultato vincitore di concorso per Allievi Ufficiali nell’Accademia della Guardia di Finanza.

Promosso nel 1986 al grado di Tenente ed assegnato alla Scuola Alpina di Predazzo (TN), ha assunto gli incarichi di Comandante di Plotone allievi, di Aiutante Maggiore e, congiuntamente, di Comandante del Plotone Comando.

Promosso nel 1989 al grado di Capitano, è stato trasferito al Nucleo Centrale di Polizia Tributaria ed impiegato nel settore delle verifiche fiscali. Trasferito nel 1991 al Comando Generale quale Capo Sezione dell’Ufficio Affari Generali, ha assunto, congiuntamente, nel 1992 l’incarico di Capo Ufficio Relazioni con il Pubblico.

Dichiarato vincitore del Concorso per l’ammissione al “Corso Superiore di Polizia Tributaria” nell’anno 1995, al termine dell’attività qualificativa, nell’anno1997, già promosso al grado di Maggiore a scelta, è stato trasferito quale Comandante Provinciale alla sede di Avellino.

Nell’anno 2000, promosso al grado di Tenente Colonnello, è stato trasferito al Comando Generale ove ha congiuntamente ricoperto gli incarichi di Capo Ufficio del Sottocapo di Stato Maggiore e Affari Generali, di Capo Ufficio Storico nonché di Capo Segreteria di Sicurezza.

Il 1 gennaio 2004 è stato promosso al grado di Colonnello a scelta.

In data 20 settembre 2004, con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, è stato nominato Aiutante di Campo del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Dal 22 maggio 2006 è stato impiegato presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

Dal 27 marzo 2008, trasferito al Comando Generale della Guardia di Finanza, è stato impiegato alle dirette dipendenze del Capo di Stato Maggiore.

In data 1 settembre 2008 è stato trasferito a L’Aquila quale Comandante Provinciale.

Dal 18 agosto 2010 ha assunto l’incarico di Capo Ufficio Affari Legali del Comando Generale della Guardia di Finanza.

Successivamente è stato promosso al grado di Generale di Brigata a scelta.

In data 1 settembre 2012 ha assunto l’incarico di Comandante Provinciale di Catanzaro.

Successivamente ha assunto l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Unità Speciali e dal 2 agosto 2017 è comandante regionale “Basilicata” della Guardia di Finanza.

 

Ha rappresentato la Guardia di Finanza in seno alla COMMISSIONE ITALIANA DI STORIA MILITARE ed alla COMMISSION INTERNATIONALE d’HISTORIE MILITARIE (CIHM).

Con riguardo alla CIHM, nei vari contesti in ambito internazionale è stato:

  • Relatore in occasione del XXVIII Congresso Internazionale in NORFOLK (Virginia, USA), Anno 2002;
  • Presidente (Chairman) di sessione, in rappresentanza del Presidente della Commissione Italiana di Storia Militare, in occasione del XIX Congresso Internazionale di Storia Militare in BUCAREST (Romania) – Agosto 2003;
  • Relatore in occasione del XXX Congresso Internazionale in RABAT (Marocco), Anno 2004.

Quale Relatore ha rappresentato la Guardia di Finanza alla 10^ Conferenza in Roma, Anno 2002 ed alla 11^ Conferenza, in Lussemburgo – Settembre 2003 dell’INTERNATIONAL ASSOCIATION OF CUSTOM MUSEUM (IACM).

Su invito personale del responsabile del SERVICE HISTORIQUE DE LA GENDARMERIE NATIONALE  ha rappresentato la Guardia di Finanza in occasione della Conferenza Internazionale di Storia Militare sul tema Gendarmerie et Gendarmes du XX Siecle – Colloque organisé par l’UNIVERSITE’ PARIS IV – SORBONNE, Parigi – Giugno 2003.

E’ stato Componente del Comitato Scientifico e Presidente di Sessione al Convegno di Storia Militare dal titolo “Le Forze Armate e la Nazione Italiana (1915-1943), organizzato dalla Commissione Italiana di Storia Militare (C.I.S.M.) – Ottobre 2003.

E’ stato Membro della Commissione Selezione dei Documenti Militari partecipanti al Concorso e per le altre attività della 14^ Rassegna Cinematografica Internazionale “Eserciti e Popoli”, posta sotto L’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica – Ottobre 2003.

E’ stato Relatore per la Guardia di Finanza nei Convegni del CENTRO INTERUNIVERSITARIO DI STUDI E RICERCHE STORICO-MILITARI (Università di Milano Cattolica, Padova, Pavia, Pisa, Siena, Torino, Bologna – Ravenna, Milano Statale, Modena, Roma – La Sapienza e Roma Tre) e della Società italiana di Storia Militare (anni 2002 – 2003).

E’ stato coordinatore del Gruppo di lavoro “Comitato Tributario Regionale” per la Campania.

E’ stato componente del “Gruppo di lavoro interforze” istituito presso il Ministero dell’Interno – nell’ambito progetto di revisione organizzativa della Direzione investigativa Antimafia.

E’ stato, in seno al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica , responsabile provinciale della Guardia di Finanza per l’intervento nel territorio della provincia di Avellino in favore delle popolazioni colpite dell’evento alluvionale del 5 e 6 maggio 1998.

E’ stato, in seno al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, responsabile provinciale della Guardia di Finanza per l’intervento nel territorio della provincia di Avellino in favore delle popolazioni colpite dall’alluvione del 15 e 16 dicembre 1999.

Ha fatto parte del Gruppo di lavoro Interministeriale “Gestione incategrata dei doccumenti nelle pubbliche amministrazioni” presso la Scuola Superiore della pubblica Amministrazione.

E’ stato membro e segretario del Gruppo di lavoro “Revisione del Regolamento di servizio del Corpo” presso il Comando Generale della Guardia di Finanza.

E’ stato, in seno al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica , responsabile provinciale della Guardia di Finanza per l’”Emergenza terremoto in Abruzzo” e coordinatore per la Guardia di Finanza per il concorso al mantenimento  dell’ordine e sicurezza pubblica in occasione del Grande Evento “G 8” alla sede di L’Aquila.

E’ stato incaricato, in qualità di Dirigente, di rappresentare il Comando Generale della Guardia di Finanza presso la Corte dei Conti in più adunanze della Sezione Centrale di Controllo di Legittimità sugli Atti di Governo e delle Amministrazioni dello Stato ed in adunanza generale presieduta dal Presidente della Corte dei Conti.

Nel corso della carriera, inoltre, ha conseguito innumerevoli risultati di servizio nella lotta all’evasione fiscale, nel contrasto dei fenomeni illeciti, a tutela del regolare funzionamento del mercato e nell’attività di soccorso pubblico.

Con particolare riguardo alla criminalità organizzata sotto la propria responsabilità e comando è pervenuto nella repressione del contrabbando di tabacchi lavorati esteri in territorio campano tra il 1998 e 1999 al sequestro di circa 250 tonnellate di TLE e di centinaia di automezzi impiegati nell’attività criminale nonché all’arresto di decine e decine di responsabili, contribuendo nelle indagini tecniche allo smantellamento di consorterie criminali d’oltre confine. Sempre in territorio campano, nell’evento alluvionale del 1998 ha prestato soccorso salvando la vita ad una persona travolta dalle acque e dal fango. In Abruzzo è pervenuto per la prima volta nella storia della regione all’individuazione di attività di criminalità organizzata perpetrata da responsabili dediti al reimpiego del c.d. “Tesoro di Ciancimino”.

Dal mese di settembre 2012, sotto la diretta azione di direzione comando e controllo, tra le varie attività svolte, in particolare, si evidenzia che:

  • nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti transnazionale ad opera di una pericolosissima organizzazione della ‘ndrangheta:

.           sono stati sequestrati ingenti quantitativi di droga e beni per un controvalore di 50 milioni di euro, assicurando i responsabili alla giustizia nonché disarticolando pericolosissime consorterie criminali che operavano trasversalmente in molteplici Paesi (Iran, Armenia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Australia);

sono state eseguite 43 ordinanze di custodia cautelare (tra cui figurano anche 3 mandati di arresto europeo) nei confronti di appartenenti a varie cosche della ‘ndrangheta responsabili di un ingente traffico illecito di sostanze stupefacenti (cocaina e hashish) di svariati milioni di euro;

  • nel settore delle verifiche fiscali sono stati proposti al fisco recuperi di Iva, elementi positivi e negativi di reddito, costi e ricavi non contabilizzati nonché ritenute per un totale di oltre 50 milioni di Euro e scoperte decine e decine di evasori totali;
  • in materia di accertamenti patrimoniali è stata effettuata una notevole attività che ha portato al sequestro/confisca di beni per un controvalore svariate centinaia di milioni di euro.

A livello internazionale extraeuropeo, ha coadiuvato quale Aiutante di Campo del Ministro dell’Economia e delle Finanze l’Autorità di governo in tutti gli incontri di vertice economico con gli organi collaterali esteri; in ambito europeo ha anche contribuito a veicolare sotto il profilo storico il processo di ristrutturazione ordinativa del Corpo della Guardia di Finanza con riguardo al ruolo di Polizia Economica e Finanziaria dell’Istituzione.

A decorrere dal 2 luglio 2015 ricopre l’incarico di Capo di Stato Maggiore del Comando Unità Speciali, dal quale dipendono i seguenti Reparti: Nucleo Speciale Anticorruzione, Nucleo Speciale Commissioni Parlamentari d’Inchiesta, Nucleo Antitrust, Nucleo Speciale Proprietà Intellettuale, Nucleo Speciale Radiodiffusione ed Editoria, Nucleo Speciale Energia e Sistema Idrico, Nucleo Speciale Privacy, Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche.

E’ Presidente dell’”Osservatorio permanente sull’evoluzione del contesto operativo per il monitoraggio delle dinamiche di sviluppo della criminalità economico-finanziaria”. Tale consesso, che si avvale di tutte le componenti operative del Comando Tutela Economia e Finanza del Comando Unità Speciali, è composto dal Capo di Stato Maggiore del Comando Tutela Economia e Finanza, dal Capo di Stato Maggiore del Comando Unità Speciali, dal Comandante del Nucleo Speciale Entrate, dal Comandante del Nucleo Speciale Spesa Pubblica e Repressione Frodi Comunitarie, dal Comandante del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, dal Comandante del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata, dal Comandante del Nucleo Speciale Anticorruzione, dal Comandante del Nucleo Antitrust, dal Comandante del Nucleo Speciale Proprietà Intellettuale, dal Comandante del Nucleo Speciale Radiodiffusione ed Editoria, dal Comandante del Nucleo Speciale Energia e Sistema Idrico, dal Comandante del Nucleo Speciale Privacy e dal Comandante del Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche.

 

Gli sono state altresì conferite le seguenti onorificenze:

  • Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana;
  • Commendatore del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio;
  • Medaglia militare al merito di lungo Comando (Medaglia d’oro);
  • Croce per anzianità di servizio (Croce d’oro);
  • Medaglia Commemorativa per l’intervento nel territorio delle province di Salerno, Avellino e Caserta in favore delle popolazioni colpite dell’evento alluvionale del 5 e 6 maggio 1998;
  • Medaglia Commemorativa per l’intervento nel territorio della provincia di Avellino in favore delle popolazioni colpite dall’alluvione del 15 e 16 dicembre 1999;
  • Medaglia d’Argento al Merito della Croce Rossa Italiana, per aver attivamente partecipato sin dalle prime ore, in occasione del violento sisma abbattutosi in territorio abruzzese, negli interventi di soccorso ed assistenza alla popolazione.
  • Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri.
  • Attestato di Pubblica Benemerenza di III^ Classe, 1^ Fascia del Dipartimento della Protezione Civile – Presidenza Consiglio dei Ministri, istituito con DPCM 19.12.2008.
  • Distintivo per la partecipazione ad operazioni sotto l’egida dell’Agenzia Europea per la gestione della cooperazione internazionale alle frontiere degli Stati membri dell’UE (FRONTEX).

E’ autore della pubblicazione “LE SANZIONI TRIBUTARIE VIGENTI AMMINISTRATIVE E PENALI” ed ha collaborato con varie riviste a carattere tecnico-economico e giuridico.

Ha pubblicato su riviste specializzate in materie giuridico – tributarie.

 

 


Articoli pubblicati