Sicurezza e Giustizia

Ciro CANDELMO

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail < 1 ' di lettura

L’avv. Ciro CANDELMO è esperto in security ed intelligence aziendale, Responsabile dell’Unità Lawful Data Services della WIND Telecomunicazioni S.p.A. preposta all’erogazione delle prestazioni obbligatorie ed alla gestione dei rapporti con le Forze di Polizia e l’Autorità Giudiziaria.

 


 

Articoli pubblicati da WIND

ANAGRAFICA DELLE UTENZE MOBILI: ESIGENZE DI INDAGINE ED OBBLIGHI VERSO L’AUTORITÀ GIUDIZIARIA
di Ciro Candelmo e Nicola Lanzimando ( n.III_MMXIII )
Ogni Operatore di telecomunicazioni è tenuto a rendere disponibili all'Autorità Giudiziaria i dati dei propri abbonati e quelli degli acquirenti traffico prepagato in caso di telefonia mobile. Oltre all'Autorità Giudiziaria sono legittimati a richiedere questi dati anche altri soggetti.
IL RISTORO DEI COSTI SOSTENUTI PER LA FORNITURA DELLE PRESTAZIONI OBBLIGATORIE EX ART. 96 D.LGS 259/2003
di Ciro Candelmo e Nicola Lanzimando ( n.II_MMXIII )
L’intervento vuole fare il punto sui principi, sulle norme, sulle consuetudini e sulla situazione prospettica circa gli oneri derivanti dall’obbligo, in capo ai soggetti che dispongono di reti pubbliche o che forniscono servizi di comunicazione elettronica (ex art. 96 d.lgs. 259/2003), di dotarsi degli strumenti e delle risorse necessarie a consentire le indagini richieste dall’Autorità Giudiziaria, nonché dei relativi costi sostenuti che, in parte, sono rimborsati.
RIFLESSIONI SULL’EFFETTIVA DATA D’INIZIO E DI FINE DELLE OPERAZIONI D’INTERCETTAZIONE
di Ciro Candelmo e Nicola Lanzimando ( n.I_MMXIII )
Come noto, in tema di intercettazioni telefoniche, la durata delle stesse è rimessa, per le note esigenze investigative, alla prevalente valutazione del pubblico ministero. Difatti, ex art. 267 comma 3, “il decreto del Pubblico Ministero che dispone l’intercettazione indica le modalità e la durata delle operazioni. Tale durata non può superare i quindici giorni, ma può essere prorogata dal giudice con decreto motivato per periodi successivi di quindici giorni, qualora permangano gravi indizi di reato e l’intercettazione è assolutamente indispensabile ai fini della prosecuzione delle indagini.”